PIZZICAMI IL CUORE

Martedì, 20 Giugno, 2017 - 18:12

Fammi saltare, iniettami un veleno che sappia di gioia e un’euforia che possa inebriarmi tutta l’estate. Tienimi accesa l’anima sotto le luci della festa, mentre il profumo dei dolciumi mi dice che sta finendo giugno.

Pizzicami il cuore, taranta! E inizierò il mio ballo. Attenderò ancora un po’ per purificarmi. Adesso è il tempo dell’allegria, della trasformazione, della luce tra i capelli all’alba, con il bianco delle chiese sullo sfondo, con il calore del basolato sotto i piedi. Ora è il tempo del movimento della libertà che ci spinge a guardare lontano, a cercare orizzonti nuovi. Eppure la radice che ci mette in moto è radice antica, di tradizione, di nonne che raccontano, di nonni che passeggiano, di litanie soffuse e di campi d’oro.

Pizzicami il cuore, taranta! E lasciami godere di quello che non voglio vada perduto. Dammi un tamburello, dammi nastri colorati, acconciami con estro, dammi il coraggio di uscire in tutta la mia bellezza.
Eccola, è la ricorrenza dei Santi patroni, il paese è in fermento.

Pizzicami il cuore, taranta! Ancora una volta.

BUONA FESTA A TUTTI!